ottobre 2020

Intelligenza Artificiale e Congierge Digitali nei Viaggi al tempo della Pandemia

intelligenza artificiale AI nei viaggi futuro del turismo e congierge digitali

Condividi questo articolo su: Facebook Linkedin

Il futuro dei viaggi suona più o meno così:

L’ intelligenza artificiale (IA) si diffonderà rapidamente in quasi tutti gli aspetti del settore dei viaggi e dell’ospitalità dopo la pandemia.

L’IA può essere utilizzata per una pletora di usi, tra cui :

Le restrizioni globali imposte dal marzo di quest’anno a causa del Covid hanno portato a una brusca battuta d’arresto dei viaggi internazionali.

Ha causato un calo del -22% degli arrivi turistici internazionali nel primo trimestre del 2020 e potrebbe diminuire ulteriormente del 60-80% nel corso dell’intero anno (fonte: UNWTO, 2020).

Il turismo si risolleverà – inevitabilmente. Ma il modo in cui viaggiamo subirà una drastica trasformazione.

Anche se la tecnologia può aver già cambiato il modo in cui i viaggiatori pianificano, prenotano e intraprendono i loro viaggi drasticamente nell’ultimo decennio, in questo frangente la scienza dei dati e l’intelligenza artificiale (AI) dovrebbero svolgere un ruolo importante.

Prima della pandemia, l’intelligenza artificiale e altre forme di apprendimento meccanico stavano appena iniziando a infiltrarsi nel settore dei viaggi. Il loro più grande vantaggio è la capacità di personalizzare le esperienze e di ottimizzare i servizi sulla base dei dati dei clienti.

Singapore, ad esempio, ha pagato un prezzo impressionante alla pandemia: gli arrivi mensili dei visitatori sono diminuiti del 76% tra gennaio e luglio, rispetto a un anno fa. Gli arrivi di visitatori nel solo mese di luglio sono diminuiti di oltre il 99% rispetto a un anno fa. (numeri drammatici, ma è davvero istruttivo come gestiscono in trasparenza la situazione, guardate il sito ufficila per credere! se conoscete un modello così trasparente per l’Italia, fatelo sapere qui)

La città-stato spera che l’AI possa aiutare il settore turistico a riportare i visitatori in sicurezza, dato che le continue restrizioni alle frontiere e il calo dei i voli internazionali hanno cambiato il modo di viaggiare.

 

Covid e Nuovi modelli di viaggio

Naturalmente, le aziende esplorerebbero soluzioni che permettano ai viaggiatori di mantenere il più possibile le norme di distanziamento sociale.

Gli esperti del settore ritengono che la scienza dei dati e la tecnologia AI saranno uno strumento chiave per la rinascita dei viaggi, con passaporti e documenti d’identità elettronici, carte d’imbarco, controlli medici e robot pulitori ampiamente utilizzati per limitare il contatto fisico tra le persone e le superfici.

Se l’AI verrà utilizzata al massimo delle sue capacità, l’industria dei viaggi potrebbe essere completamente rivoluzionata, in quanto sarebbe in grado di cambiare gli aspetti del servizio clienti, assistere l’identificazione dei passeggeri durante il viaggio e personalizzare l’esperienza del viaggiatore attraverso sistemi di raccomandazione di nuova generazione.

Un grande esempio è l’adozione dell’AI concierge da parte di numerose catene alberghiere, tra cui Connie di Hilton Worldwide – il primo vero bot di concierge dotato di AI dal 2016.

Fra i migliori congierge digitali, in piedi a due metri di altezza e interagendo con gli ospiti durante il check-in – Connie può fornire agli ospiti informazioni succinte sulle attrazioni locali e sui luoghi da visitare. Essendo dotata di AI con capacità di autoapprendimento, può anche imparare e adattarsi e rispondere ad ogni ospite su base personalizzata.

Consulenza Digital Congierge e Chatbot
Consulenza Digital Congierge e Chatbot

La tecnologia Chatbot è un altro grande filone dell’IA, e non sorprende che molti marchi di viaggi abbiano già lanciato le loro versioni nell’ultimo anno circa. Skyscanner è solo un esempio, la creazione di un bot intelligente per aiutare i consumatori a trovare i voli su Facebook Messenger.

Scenari da Fantascianza nel Turismo..

Secondo alcuni analisti, un altro cambiamento immediato e visibile nell’industria dei viaggi sarà il passaggio ai viaggi senza contatto (touchless) dal bordo del marciapiede dell’aeroporto al check-in in hotel.

L’automazione in tutto il settore dei viaggi diventerà la nuova norma (a dire il vero, un po’ già lo dovrebbe essere.. se non usi sistemi di automazione, è ora di iniziare n.d.r.).

Da un centro per la richiesta del visto, un aereo, alla visita turistica di una destinazione, le persone cercheranno la garanzia che tutti i punti di contatto durante un viaggio abbiano adottato l’aspetto igienico-sanitario.

Con l’eliminazione graduale delle impronte digitali fisiche e degli scanner per le mani, entreranno in gioco altre opzioni touchless, tra cui l’impronta digitale senza contatto, così come il riconoscimento dell’iride e del volto.

 

 

Condividi questo articolo su: Facebook Linkedin

I MIGLIORI DIGITAL CONGIERGE

Scopri i Digital Congierge con le migliori recensioni


Direttamente per te dal nostro Tooly.Blog

Ogni settimana tanti consigli pratici e novità dal mondo dell'Hospitality, vorrai mica perderteli!


Notizie, strategie e considerazioni per competere online e con successo nel mondo dell'Hospitality.

Cerca il tuo software preferito